Macbeth di Jo NesbøArriva in libreria Macbeth, il nuovo titolo di Jo Nesbø la cui stesura fu annunciata già nel 2014 e che vede la luce dopo quattro anni e dopo un 2017 che ci ha regalato, per quel che riguarda il grande autore norvegese, Sete.

Fra le due serie, quella principale dedicata ad Harry Hole e la secondaria avente come protagonista Olav Johansen, e altri romanzi e progetti, non passa anno senza almeno un volume di Jo Nesbø, ma con Macbeth, come potete già immaginare dal titolo, siamo di fronte a un progetto particolarmente ambizioso.

Macbeth è infatti un romanzo noir-poliziesco che si ispira al noto personaggio shakesperiano, ed esce in un’epoca già particolarmente densa di iniziative simili, in particolare per quanto riguarda il cinema, che ci ha offerto in rapida successione prima l’omonima pellicola del 2015 di Justin Kurzel e quindi l’intenso Lady Macbeth di William Oldroyd nel 2016.

Si tratta, come sempre nel caso di operazioni di questo genere, di un tentativo molto ambizioso, che mira in alto e richiede un autore tanto capace quanto coraggioso. Il difetto principale e comune, che non può giocoforza essere evitato, è che buona parte dei lettori conoscerà/immaginerà già, a grandi linee, lo svolgimento della storia.

Jo Nesbø difficilmente potrà far concludere il suo nuovo romanzo in modo radicalmente diverso da come finisce la tragedia del Bardo: è l’opera occidentale che è diventata l’esempio universale più citato e impiegato per sottolineare i rischi che comporta la brama del potere.
Ma andiamo ugualmente a dare uno sguardo alla trama di Macbeth, anche perché gran parte delle critiche sono state molto positive e ci spingono a pensare che Jo Nesbø sia riuscito a superare anche questo ostacolo.

Una città dal glorioso passato industriale ora, nei faticosi Anni Settanta, sembra trascinarsi in una disperazione economica che riesce a essere attenuata solo dalla droga, versata a fiumi dagli spacciatori, gli unici ai quali gli affari vanno ancora a gonfie vele, fra piazze deserte e fabbriche chiuse.

Macbeth li conosce bene quegli spacciatori: un tempo era loro cliente, ma adesso è passato dall’altra parte della barricata ed è rapidamente diventato il migliore agente di polizia in azione. Motivato dal suo passato da tossico, da un’infanzia da orfano e un’adolescenza turbolenta, è diventato uno sbirro che non esita a impiegare la violenza.

Una retata al porto, condotta dalla sua squadra con intelligenza, gran senso della tattica ed efficienza, mette in risalto la figura di Macbeth presso i superiori, e la probabilità di una imminente promozione sembra sempre più alta. Per un uomo dal passato così sofferto è finalmente l’occasione della rivincita, ma riuscire a fermarsi quando è il momento giusto, nella corsa verso il potere, è impossibile, in quanto si tratta di una corsa perpetua.

E Macbeth, troppo preso dai suoi sogni di benessere, ricchezza e potere, troppo ambizioso, comincia a farsi soffocare dai suoi stessi sogni e illusioni di grandi cariche e gradi, fino a quando non diventerà ossessionato e disposto a tutto…

Macbeth – Jo Nesbø

Macbeth – Jo Nesbø:
Scopri il miglior prezzo online su Amazon
con Prime spedizione gratis in 1 giorno