L'inganno di Charlotte LinkCorbaccio prosegue la sua notevole serie di volumi dedicati alle opere di Charlotte Link e porta nelle librerie italiane L’inganno, con la traduzione di Alessandra Petrelli.
I romanzi di questa importante autrice tedesca sono molto amati nel nostro Paese, lo testimonia il milione di copie vendute fino a questo punto su uno stratosferico totale mondiale di ventiquattro milioni. Su queste stesse pagine elettroniche vi abbiamo già scritto dei suoi L’ultima volta che l’ho vista e Giochi d’ombra.

Charlotte Link è una scrittrice che sembra riuscire sempre a eccellere ovunque applichi il suo ingegno: che si occupi di romanzi a sfondo storico o che si inoltri nei contorti sentieri del thriller psicologico riesce sempre a catturare l’attenzione del lettore, che le tributa di volta in volta una fedeltà sempre crescente.
In questo L’inganno l’autrice, come le è accaduto altre volte, si avventura in un terreno a lei congeniale, quello della famiglia, e lo fa con una trama che segue due diverse linee, per poi farle convergere e confrontare.

Jonas e Stella Crane vivono una esistenza felice, coronata dalla presenza di Sammy, un bambino che hanno adottato e che amano con tutte le loro forze.
Ma questa felicità è in procinto di essere probabilmente distrutta: un giorno i due ricevono la visita della madre biologica del bimbo, Terry: la donna vuole incontrare il figlio che non ha mai visto da quando lo ha dato in adozione poco dopo la nascita.
E Terry è accompagnata dal suo nuovo uomo, un tipo abituato a manipolare e a usare le maniere forti, una persona che non esita a usare la violenza e che probabilmente ha accompagnato la donna con qualche scopo criminale in mente.

Kate Linville è un agente dell’ordine per tradizione famigliare: suo padre, Richard, era un ispettore in pensione e lei è una poliziotta di Scotland Yard. Il verbo essere è al passato perché Richard è stato trovato cadavere, brutalmente massacrato nella quiete della sua casa, nello Yorkshire.
A Kate non sembra che gli agenti che si stanno occupando del caso si stiano dando molto da fare, ma è anche difficile individuare il colpevole: il padre era un uomo molto onesto e attivo, ha messo in prigione parecchi delinquenti e si è creato di sicuro più di un nemico.
Le cose si complicano e gli eventi precipitano quando una donna viene trovata nelle stesse condizioni del padre, uccisa in modo analogo. La donna a prima vista sembra essere una estranea, lei e Richard non si conoscevano.

Lentamente le sorti delle due famiglie si avvicinano e intrecciano sempre di più e la loro sorte sembra essere unita da un assassino misterioso, un uomo che ha maturato per anni e anni un odio inesorabile, un killer che sta per completare il suo complicato e sanguinario piano di vendetta.

Corbaccio ha pubblicato in Italia un gran numero di romanzi di Charlotte Link oltre al suo libro di memorie, Sei nelle mie parole.

L'inganno
63 Recensioni
L'inganno
  • Charlotte Link
  • Corbaccio