La strategia di Bosch di Michael ConnellyPiemme continua a offrirci i romanzi della serie che Michael Connelly ha dedicato a Harry Bosch e ora tocca a un titolo del 2014, The Burning Room, che arriva nelle librerie nostrane con il titolo La strategia di Bosch e la traduzione di A. Colitto che, volume dopo volume, è ormai diventato “il traduttore” per quel che riguarda i noir e thriller che ci arrivano da oltreoceano.

Avevamo lasciato Harry Bosch un annetto fa, alle prese con La scatola nera, sedicesimo romanzo della sua saga, ma nel frattempo il fan di Connelly non è rimasto certo all’asciutto, visto che a fine 2015 hanno potuto leggere Il dio della colpa, nuovo episodio delle gesta di Mickey Haller, secondo personaggio in ordine di importanza per lo scrittore di Philadelphia.
E chi ama Connelly non ha certo paura di rimanere senza storie da divorare: in lingua originale è già uscito The Crossing (di cui vi abbiamo già scritto e che vede presenti sia Bosch che Haller in un singolo romanzo) e fra poco sarà la volta di The Wrong Side of Goodbye.

La sensazione è che ovunque lo si metta, Harry Bosch non perderà tempo, tenterà di aggirare ogni pastoia burocratica e arrivare al nome del colpevole. Sia fra le fila del LAPD che in versione detective privato e ora nell’azzeccata svolta che lo vede alle prese con i cold case, Bosch azzanna e non molla, e nel particolare caso de La strategia di Bosch lo attende un “caso freddo” che parte però, fatto inusuale in questo tipo di indagini, da un cadavere ancora molto caldo.

Quando ci si occupa di casi irrisolti è molto difficile che si debba affrontare una morte recente, le cui radici affondano però in un gesto del passato. Ad Harry Bosch, detective Unità Casi Irrisolti della polizia di Los Angeles, succede qualcosa di simile: il cadavere è quello di un mariachi che un proiettile sparato dieci anni prima mandò su una sedia a rotelle e che è ora deceduto per avvelenamento del sangue.

Al tempo si era anche pensato a un proiettile vagante, visto che non c’era nulla nella vita di quel musicista messicano che potesse far pensare a un omicidio, ma ora, accumulando indizi e prove difficili da recuperare, Bosch capisce che non c’era nulla di casuale in quello sparo. Man mano che proseguono le indagini Bosch si accorge che il quadro diventa sempre più complicato e coinvolge anche persone potenti.

Affiancato da una nuova e giovane partner, Lucia Soto, che ha grandi doti professionali ma nessuna esperienza per quel che riguarda gli omicidi, Harry Bosch capirà che la morte del mariachi è probabilmente collegata a un altro cold case, le cui radici arrivano ancora più indietro nel tempo: un incendio che, venti anni fa, causò la morte di molti bambini in un asilo non autorizzato. Lucia è uno dei bambini che al tempo riuscì a salvarsi e ora desidera più che mai capire cosa accadde quel giorno e cosa collega i due casi…

La strategia di Bosch – Michael Connelly

La strategia di Bosch – Michael Connelly:
Scopri il miglior prezzo online su Amazon
con Prime spedizione gratis in 1 giorno