La lezione di Saul BlackSull’onda dei plausi di pubblico e critica Mondadori pubblica uno dei thriller che più ha fatto discutere negli ultimi tempi, La lezione di Saul Black.
Apparso in originale con il titolo di The Killing Lessons, il romanzo giunge in Italia con la traduzione di T. Biancardi ed è presentato all’interno della collana Omnibus.

Saul Black è uno pseudonimo utilizzato dall’autore britannico Glen Duncan, conosciuto anche da noi per titoli quali 666. Io sono il diavolo (2002) o L’ultimo lupo mannaro (2011), e ne La lezione si avventura per la prima volta nei territori della narrativa di serial killer, con ottimi risultati, dando vita a una vicenda violenta e impressionante che segue le imprese di una coppia di assassini seriali.

Rowena Cooper sta cucinando dei biscotti per l’imminente Natale quando comprende di essere in pericolo mortale, e con lei anche suo figlio tredicenne. Due uomini sono entrati nell’isolata casa nel Colorado, uno impugna un fucile e l’altro un coltello, e alla donna non rimane altro da fare che urlare a sua figlia Nell, che sta giocando nel giardino innevato, di scappare il più velocemente possibile, fuggire lontano dalla fattoria.
Poco dopo Rowena e suo figlio moriranno, torturati dagli assassini, ma Nell, che ha appena dieci anni, riuscirà a scappare nei boschi, facendo perdere le sue tracce.

Nel frattempo, a San Francisco, una squadra di agenti FBI, guidata da Valerie Hart, sta indagando proprio sugli assassini di Rowena: i due hanno già sequestrato, stuprato e ucciso sette donne in città diverse, trasportandole poi in altri stati. La coppia di serial killer ha l’abitudine di lasciare dentro ai corpi delle vittime oggetti di vario tipo, da una forchetta al volantino di un museo, e Valerie non riesce a comprendere se si tratta di scelte casuali o di gesti ben ponderati che hanno un significato nascosto.

Ben presto la donna, che ha un passato tormentato e una vita presente nella quale non sembra esserci spazio per l’amore, giungerà a una svolta nelle indagini, ma l’unica persona davvero in grado di aiutarla a risolvere il caso è la giovane Nell, ancora sperduta fra le montagne del Colorado…

La lezione ha raccolto parecchie critiche positive che parlano di ritmo serrato e un alto tasso di violenza che però non è mai gratuita e sempre funzionale alla narrazione.
Ad affascinare i lettori sono stati soprattutto i due serial killer, mentre la figura di Valerie è stata accolta con meno interesse e recepita come ordinaria e standard.
Scopriremo ben presto se Saul Black riuscirà a bissare anche qui in Italia i successi ottenuti da Glen Duncan.

La lezione – Saul Black

La lezione – Saul Black:
Scopri il miglior prezzo online su Amazon
con Prime spedizione gratis in 1 giorno