La giostra degli scambi di Andrea CamilleriLa collana “La memoria” di Sellerio Editore è uno dei più importanti lasciti culturali della letteratura contemporanea del nostro Paese, ed è ben difficile immaginare un modo più degno e rilevante di festeggiare e omaggiare il passaggio di quota mille che attraverso la pubblicazione di un nuovo romanzo di uno dei loro autori di punta, Andrea Camilleri.

Con La giostra degli scambi La memoria raggiunge la prestigiosissima quota 1001 titoli e lo fa con un titolo importante, un capitolo della tranquilla e quieta epopea montalbaniana che devia da sentieri ormai battuti e conosciuti per andare a contaminarsi con la commedia degli equivoci e regalarci un gustosissimo detour che conferma la statura di Camilleri e la sua incredibile capacità di rinnovarsi e sorprendere.

Non dobbiamo certo essere noi a spiegare a chicchessia l’importanza di questo nostro autore, ma accogliamo comunque con enorme piacere il fatto che Andrea Camilleri riesca ancora a sorprendere, a rifiutare di adagiarsi e ripetere schemi risaputi: potrebbe sfornare decine di episodi aventi come protagonista Montalbano, tutti più o meno uguali e ricevere comunque il plauso della critica e invece sceglie spesso di mettersi in gioco e proporci ricette inaspettate che non mancano mai di rallegrare il nostro palato.

Montalbano comincia a sentirsi decisamente vecchio, ma questo non sembra certo fermarlo dallo studiare la realtà e cercare la verità, anche nei giorni più difficili e strani, quelli nei quali tutto sembra andare storto non appena metti i piedi fuori dal letto.
Giorni come questo, per esempio, che cominciano con il commissario che cerca di intervenire in una brutta rissa in spiaggia e finisce addirittura per colpire la persona sbagliata, per poi essere anche bloccato dai carabinieri che lo scambiano per un colpevole. E gli scambi di persona e fraintendimenti sembrano essere all’ordine del giorno, visto che anche Angelina si ritrova a tirare una padellata in testa a una persona per bene che ha scambiato per un malvivente.

E la giornata strana, sfortunata e confusionaria è appena iniziata: finalmente Montalbano approda in ufficio ma non ha quasi il tempo di respirare: ci son notizie di anomali sequestri, una ragazza è stata narcotizzata per poi essere liberata nel giro di poche ore, sorte che tocca, pochi giorni dopo, anche alla nipote del proprietario dell’amata trattoria dove il commissario trova quotidiano ristoro e rifugio. Le due vittime condividono poche cose in comune: l’età e l’impiego in banca.

E a seguire ecco la scomparsa del proprietario di un negozio di elettrodomestici in seguito a un incendio doloso e, in una successione senza pause, un terzo sequestro, sempre di una ragazza che lavora in banca.

Cosa sta accadendo? E il cadavere che viene rinvenuto poco dopo c’entra qualcosa?
A Montalbano non rimane che raccogliere le forze e applicarsi a fondo in quel che ha sempre saputo fare molto bene: collegare emozioni e moventi, bisogni e sentimenti, fino ad arrivare al risultato dell’equazione…

La giostra degli scambi – Andrea Camilleri

La giostra degli scambi – Andrea Camilleri:
Scopri il miglior prezzo online su Amazon
con Prime spedizione gratis in 1 giorno