Colpo di spugna - Jim ThompsonRomanzo del 1964 e già pubblicato diverse volte in Italia, Einaudi ci propone in questi giorni una nuova edizione di Colpo di spugna di Jim Thompson, con traduzione di Anna Martini, contributi di Luca Briasco e introduzione di Joe Lansdale. Poiché l’ultima edizione disponibile era del 2004 (Fanucci) e il libro ormai di difficile reperibilità, sicuramente questa nuova uscita farà felice i tanti fan ed estimatori di Thompson, uno degli autori che più hanno dato al noir, con i suoi personaggi truffatori, psicopatici, reietti, protagonisti di storie cattive e intrise di spaventosa follia e senso di sconfitta.
In Colpo di spugna le cose non vanno diversamente: nella contea di Potts, profondo Texas, si contano 1280 anime in tutto, sotto la giurisdizione dello sceriffo Nick Corey. Corey è un uomo pigro, scostumato, con un solo obiettivo: farsi rieleggere. Cosa certo non complessa, se non dà fastidio ai potenti del posto. E lui, con una moglie tiranna, un’amante esigente e una vecchia fiamma mai dimenticata, ha già i suoi bei pensieri: figurarsi se ha voglia di andare a curiosare negli affari degli altri.
C’è solo un dettaglio che può turbare questa inerzia, e non è cosa da poco, perché il pigro ma geniale Corey odia la gente. E sogna di cancellarla dalla faccia della terra, una volta per tutte.

Trasposto per il cinema nel 1981 da Bertrand Tavernier, con Philippe Noiret nel ruolo dello sceriffo, Colpo di spugna (titolo originale Pop. 1280 è uno dei più importanti romanzi scritti da Jim Thompson e amate il noir non lasciatevi scappare l’occasione di aggiungerlo alla vostra libreria.
E se prima di comprarlo volete un assaggio, visitate il sito dell’editore per scaricare un estratto (PDF).