La ragazza nella nebbia di Donato CarrisiLa redazione di Thriller Café è andata a tastare un po’ il polso della situazione editoriale italiana, stilando la classifica dei dieci titoli di narrativa giallo-noir più visitati sul nostro sito in questo primo trimestre del 2016: vi riportiamo quindi i risultati in quanto crediamo che siano utili per farsi un’idea di quel che cercano e acquistano i nostri lettori.

La ragazza nella nebbia – Donato Carrisi
Sono ormai anni che Donato Carrisi è nel cuore dei lettori di Thriller Café e questo suo primo posto non ci stupisce. Nicola Campostori ha analizzato a fondo La ragazza nella nebbia e i motivi di questo grande successo.

La moglie perfetta – Roberto Costantini
Altro autore italiano nelle zone alte della classifica, Roberto Costantini ha dimostrato ampiamente di avere ancora tantissimo da dire e La moglie perfetta ci fa innamorare ancora di più del suo Michele Balistreri.

È così che si uccide – Mirko Zilahy
Terza posizione, terzo italiano, Questa volta si tratta dell’esordio di Mirko Zilahy, classe 1974, che in questo È così che si uccide ci presenta un personaggio che speriamo di incontrare nuovamente e quanto prima possibile, il commissario Mancini.

Gli adepti – Ingar Johnsrud
Rimaniamo comunque su un esordio: forse cogliendo un po’ di sorpresa ecco che Ingar Johnsrud è riuscito a farsi leggere e apprezzare molto alla sua prima sortita nelle librerie italiane con Gli adepti.

Il braccialetto di rame – Jeffery Deaver
Squadra che vince non si cambia e Jeffery Deaver mantiene immutata la ricetta che è stata alla base del successo de Il manoscritto di Chopin: quattordici grandi autori e il ritorno, ne Il braccialetto di rame, di Middleton, questa volta alle prese con Lo Scorpione.

Scomparsa – Tim Johnston
Ci sbilanciamo e ammettiamo che Scomparsa è uno dei romanzi preferiti qui in redazione: incipit efficace e grande mistero, con un Tim Johnston perfettamente a suo agio con i meccanismi della narrativa noir.

Una morte semplice – Peter James
Quindici milioni di copie vendute solo con la serie di Roy Grace: possiamo scommettere a occhi chiusi su Peter James, e infatti anche questa volta ha vinto e convinto con questo Una morte semplice.

Il segreto di Gaudì – Daniel Sànchez Pardos
C’è anche un po’ di Spagna in questa classifica: Daniel Sànchez Pardos sa miscelare alla perfezione dettaglio storico ed elementi di finzione letteraria, il suo Il segreto di Gaudì è una delle novità più interessanti di questo inizio 2016.

Cinque indagini romane per Rocco Schiavone – Antonio Manzini
Non poteva mancare Antonio Manzini e il suo scorbutico vicequestore che, vista l’ambientazione di queste Cinque indagini romane per Rocco Schiavone, perlomeno non deve soffrire il freddo e la neve che lo aspettano ad Aosta.

Il paese dell’alcol – Mo Yan
Altro autore amatissimo sia dalla redazione che, scopriamo con piacere, anche dai nostri lettori: Mo Yan non delude mai ma questo suo recente Il paese dell’alcol riesce a essere persino superiore alla sua già eccellente media.